Una via d’uscita

exit

Municipio 2 Milano

Ieri alle ore 19 in Viale Zara, 100, iniziava la prima seduta del Municipio della Zona 2 di Milano. In questa seduta si doveva confermare il Presidente eletto Samuele Piscina e nominare il presidente del Consiglio.
Aula gremita da molti cittadini, consiglieri presenti dell’opposizione seduti al loro posto, consiglieri della maggioranza non tutti presenti.
Il responsabile della seduta alle ore 19.25 inizia l’appello dei presenti.
Il mormorio dei cittadini era evidente per questo ritardo, dimostrava da parte dei consiglieri della maggioranza un mancato rispetto per il ruolo istituzionali degli eletti e del mancato rispetto verso i cittadini.
Terminato l’appello il responsabile nomina tre consiglieri come scrutatori
Si inizia con la conferma del Presidente del Municipio eletto : Piscina Samuele.
Interviene un Consigliere dell’opposizione chiedendo di sospendere la votazione in quanto il Presidente eletto Samuele Piscina ha in corso due denunce penali per dei fatti accaduti il 25 Aprile 2016 al campo Rom di via Idro a Milano.
Secondo l’oppositore Piscina con altri della Lega si sono recati al campo Rom che era stato precedentemente chiuso, quindi senza nessun Rom facendo dei danni alle strutture del campo e usando il 25 Aprile come slogan per cacciare i Rom.
Questo comportamento è aggravato dal fatto che Samuele Piscina ha postato il tutto nella sua pagina di FB.
“Quest’oggi siamo andati al campo ‪#‎rom‬ di via Idro per cominciare la “‪#‎demolizione‬” delle baracche abusive mentre la ‪#‎sinistra‬ tergiversa, forse attendendo che gli ‪#‎zingari‬ si ristabiliscano in massa. Intanto qualcuno continua a dormire in queste costruzioni pericolanti. È stata sicuramente un’azione dimostrativa provocatoria, ma fondamentale per porre l’attenzione sul problema. Il Comune demolisca subito e realizzi un ‪#‎parco‬ per la cittadinanza”

Milano, 23 Aprile 2016
« A Milano la vera liberazione la faremo il prossimo lunedì 25 aprile quando, alle 10, andremo a smantellare la baraccopoli del campo rom di via Idro». lo annuncia Luca Lepore Vice-Presidente del Consiglio Comunale di MIlano e Consigliere Lega Nord che continua « Basta capannoni e bivacchi, liberiamo Milano dalla delinquenza e dai clandestini».
La sospensione e respinta. si vota.
Samuele Piscina è confermato Presidente del Municipio della zona 2 Milano.

Si passa alla votazione del Presidente del Consiglio
La votazione è a voto segreto. I votanti sono 31 di cui 19 della maggioranza e 12 dell’opposizione.

Prima votazione nessun candidato raggiunge il quorum
Si chiedono 3 minuti si sospensione .
La 2 votazione è negativa.

Si passa alla terza e ultima votazione.
La maggioranza chiede ancora una sospensione di 5 minuti.
Il malumore e la divisione della maggioranza è evidente e penosa.
I candidati del M5S ricevano proposte indecenti per un appoggio, cosa che viene declinata in modo deciso e netto.
Alla terza votazione il risultato è di 14 voti per Locanto, 14 voti per Sorrentino , 3 per Salandra.
Per cui la seduta viene rinviata. Sono le ore 21,30.

Questo Municipio parte nel modo sbagliato con una lacerazione interna molto evidente da parte della coalizione di maggioranza.
Una via ci sarebbe per uscire, votare Salandra del M5S.

Di Pasquariello Domenico

 

 

PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II

flyer_municipio_2

GESTIONE DEL MUNICIPIO TRASPARENTE

La trasparenza è un fattore essenziale per favorire la partecipazione dei cittadini alla vita pubblica. Un’amministrazione trasparente intrattiene un dialogo aperto con la propria comunità cosicché i cittadini possano valutarne le scelte e i risultati raggiunti.

  • Trasmissione in diretta video e pubblicazione integrale di tutte le sedute pubbliche del consiglio e delle commissioni del Municipio, che successivamente resteranno a disposizione sul portale internet. Possibilità da parte di chiunque di registrare audio e video di tutti gli interventi, senza obbligo di pubblicazione.

  • Pubblicazione del Bilancio di Municipio sul sito del Comune di Milano – sezione Municipio 2.

  • Creazione di una sezione, sul sito del Municipio di zona 2, in cui siano resi pubblici i contributi in denaro o altre utilità a qualunque associazione. Ogni associazione richiedente dovrà acconsentire alla pubblicazione integrale dei propri organi statutari e di bilancio.

PARTECIPAZIONE

L’attiva partecipazione dei cittadini alla cosa pubblica è condizione imprescindibile per l’esercizio di una sana e integrale democrazia nel governo delle istituzioni a ogni livello.
La partecipazione è quindi una risorsa autentica nel quadro del processo democratico anche perché un cittadino effettivamente partecipe sarà pienamente responsabile verso la propria comunità.

  • Affissione del Calendario del Consiglio di Municipio con relativo OdG, in tutte le bacheche di Asili per l’infanzia, Scuole primarie e secondarie di primo grado, biblioteche, piscine Comunali, RSA e Distretti ASL.

  • Istituzione di uno sportello sia fisico che virtuale, anche decentrato nei quartieri, che recepisca le problematiche dei cittadini, con assistenza e canalizzazione delle relative istanze, affinché i portatori di un caso, di una richiesta o di una problematica possano disporre di riferimenti chiari senza ostruzioni burocratiche né ripetute “file” e rimbalzi in uffici imprecisati e ottenere riscontri in tempi brevi e certi.

Ripristino dell’ufficio del difensore civico municipale a supporto dei cittadini nei rapporti con l’ente.

  • Istituzione di un incontro pubblico (indicativamente mensile) per un maggiore coinvolgimento dei cittadini nella vita politica, in cui esperti e operatori dell’amministrazione diano conto delle scelte effettuate illustrando le procedure finanziarie e di bilancio, fornendo informazioni su temi di pubblico interesse.

  • Istituzione di tavoli di lavoro tematici permanenti su argomenti importanti quali trasporto pubblico, sicurezza, verde, cultura, etc, aperti alla cittadinanza, per uno scambio attivo e continuativo fra cittadini e amministratori allo scopo di migliorare la qualità dei servizi.

  • Istituzione di punti locali di aggregazione non in capo ad associazioni strutturate bensì a comitati indipendenti e gruppi spontanei di cittadini, utilizzando spazi già esistenti come locali comunali e dei Consigli di Zona, fruibili gratuitamente o a costi minimi per incontri fra i cittadini stessi, disponibili in ogni quartiere (NIL) dietro semplice prenotazione anche con preavviso breve. Si dovranno istituire regole affinché tali spazi siano usufruibili dal maggior numero possibile di aggregazioni spontanee o organizzate.

  • Partecipazione dei cittadini alle scelte dell’amministrazione attraverso il bilancio partecipativo e referendum deliberativi senza quorum, anche nei quartieri.

Utilizzo dei Referendum confermativi d’obbligo su delibere di rilievo.

  • Introduzione di referendum consultivi su ogni opera che apporterebbe un significativo cambiamento per la città, che sia rilevante per impatto ambientale o estetico o sulla mobilità e che comunque comporti una spesa superiore al 5% di quelle a bilancio nell’anno.

Rendiconto obbligatorio entro scadenza prestabilita dell’iter successivo ai responsi referendari, che dovrà svolgersi in coerenza stretta a detti responsi.

Leggi il programma completo: PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II

Lunedi 23 maggio: integrazione e libertà di culto, tra criticità e solidarietà

Incontriamo i cittadini e le comunità/associazioni presenti in zona e a Milano perconfrontarci sul tema: integrazione e libertà di culto, tra criticità e solidarietà.flyer_municipio_2

evento facebook

Hanno confermato la presenza:

Davide Piccardi presidente del cai-milano
Imam di via padova
UAMI – Unione degli Albanesi Musulmani in Italia

chiesetta del Parco Trotter Via Mosso Chiesetta Al Parco Trotter

20127 Milano