8.000 mappe di Zona

Al Consiglio di Zona 2 arriva una proposta da una tipografia privata di finanziare la stampa di 8.000 mappe stradali di Zona 2, per un importo di 2.400 euro. Tali mappe sono coperte da copyright.

Il gruppo M5S di zona, prima di prendere posizione sul voto in aula, decide di informarsi sui prezzi e sull’utilità di questa iniziativa arrivata in CDZ.

Due tipografie diverse ci inoltrano preventivi di stampa che sono addirittura meno della metà dell’importo richiesto dalla tipografia proponente, con solo l’onere di aggiungerci circa 700 euro per i diritti di copyright.

Ma dall’analisi sull’utilità emerge questo: a cosa serve stampare una mappa di Zona 2 aggiornata, se siamo alla vigilia di uno stravolgimento dell’architettura istituzionale del Comune di Milano, perché con l’introduzione (antidemocratica) della Città Metropolitana, Milano sarà divisa NON più in nove zone, ma probabilmente in 13 municipi ?

Non sarebbe il caso di attendere la nuova ripartizione dei municipi di Milano, prima di far stampare le mappe delle zone ?

Ci domandiamo anche: perché bisogna stampare e pagare una mappa coperta da copyright, invece che impaginare e stamparne una disponibile e scaricabile gratuitamente dai vari motori di ricerca ?

E che in più avrebbe segnalate le stazioni Metrò ed i percorsi degli autobus ?

A pensar male si fa peccato, è vero, quindi noi NON pensiamo che ci sia qualcuno che voglia guadagnarci da questa operazione, ma che siano sfuggiti alcuni dettagli, questo sì, lo pensiamo davvero.

Noi questo lavoro lo facciamo sia per le grandi opere che per quelle piccole;

poche migliaia di euro (dei cittadini) ripetuti per migliaia di volte all’anno sono milioni.

 

Vi aspettiamo in commissione, in viale Zara 100, dove potrete esprimere il vostro parere direttamente ai vostri amministratori .

 

Daniele

Annunci

  1. Colgo l’occasione un po’ c’entra, x chiedere a chi devo rivolgermi x l’ennesimo taglio di alberi perimetrali dell’area Frigia – Rucellai, pioppi innocui e spontanei che proteggono dal panorama post bellico di un cantiere malato, eternamente in standby. Alberi che non riguardano il luogo destinato ai palazzi futuri, ma nell’area che resterebbe verde e che si affacciano sui palazzi di via Breda. In comune non ho trovato una risposta. I tagliatori di alberi sostengono di essere obbligati dal comune… Per tenere pulito!! Sapete… Mi pare che se non avessimo avvisato noi dei palazzi di via Breda dell’amianto nessuno si sarebbe preoccupato di tenere veramente “pulito”. Grazie, Sonia Fagioli, via Breda138

    Inviato da HTC

    • Ciao Sonia, lunedì 12 gennaio alle 21,00 in via Sassari 2 (cit Farinella) ci incontreremo con il gruppo di zona e martedì faremo l’accesso agli atti in comune. Sarebbe utile se venissi a trovarci lunedì in riunione per spiegarci meglio il luogo e la situazione che hai riscontrato. Grazie per la segnalazione, Ti aspettiamo. Daniele

    • Ciao Sonia, mio figlio frequenta la scuola elementare di via mattei, perciò percorro via frigia quotidianamente, ma non mi riesce di visualizzare gli alberi di cui parli, per fare un’accesso agli atti o una interrogazione dovremmo essere in grado di collocarli in maniera precisa………

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...