I DIRITTI DEI PICCOLI NON SONO PICCOLI DIRITTI

https://www.facebook.com/milano.areab

Mercoledì 10 Ottobre, dalle ore 18.00 alle ore 19.30, presso il Consiglio di Zona 2 in viale Zara 100, si terrà una Commissione Scuola dedicata alla situazione delle scuole per l’infanzia a Precotto.

Per chi fosse interessato ad assistere l’appuntamento è alle 17,15 alla fermata Precotto del tram 7: sono benvenuti i bimbi, almeno nella prima parte, perché vogliamo che sia chiaro che

                                       SI TRATTA DI BAMBINI E NON DI NUMERI!

 Per maggiori info: Valentina Bongiovanni – Area B – B di Bambini / Delegazione genitori Precotto – 3931319877 – bongiovale@gmail.com

 Ecco le domande che abbiamo inoltrato e di cui attendiamo una risposta da parte dell’Amministrazione Comunale

Gent.me Dott.se/Egregi Dottori

Elisabetta Strada, Presidente della Commissione Consiliare Educazione e Istruzione, 

Roberta Pezzulla e

Maurizio Azzollini della segreteria dell’AssessoreGuida

Paolo Carli direttore del Settore Servizi all’Infanzia

Alberto Ciullini Presidente Commissione Scuola del Consiglio di Zona 2

Partendo dalla premessa che la scuola dell’Infanzia, pur restando un diritto del bambino, deve essere offerta a tutti i bambini che ne fanno richiesta come sancito dalla legge Moratti del 2003 e a seguito degli incontri avvenuti tra le delegazioni genitori e l’amministrazione a Palazzo Marino a giugno e luglio scorsi, le famiglie di Precotto riscontrano una mancanza patologica di tale servizio nel loro quartiere e in quelli limitrofi, come il nuovo quartiere Adriano, che quindi si riversano sulle strutture esistenti (ricordiamo che nella materna di Soffredini sono ospitati ben 75 bambini con disponibili solo 4 water!!).

Precotto è un quartiere in piena espansione: il nuovo quartiere Adriano attualmente è abitato per un 50%, il Borgo dei Tintori in via Rucellai è ultimato in attesa di nuovi abitanti, in via Esiodo sono quasi terminati i lavori di un super-condominio di 80 appartamenti e sono iniziati i lavori in via Frigia. Tutti i cantieri, ovviamente, pubblicizzano la “presenza significativa” dei complessi scolastici. Come sottolineato dallo stesso Dottor Azzollini, inoltre, gli anni 2008-2009-2010 hanno registrato un rilevante aumento delle nascite a Milano.

Per questo motivi vi poniamo le seguenti domande.

STRUTTURE IN ESSERE E SOLUZIONI FUTURE.

Dal programma elettorale del Sindaco Pisapia:

–       forte investimento sugli asili e le scuole per l’infanzia e sulla loro qualità

–       I servizi per l’infanzia non sono un costo ma un investimento sul futuro

  1. Quali sono le previsioni numeriche dei bambini che, nati nell’anno 2010, usciranno dai Nidi d’Infanzia della Zona 2 nell’anno 2012/2013
  2. Quali siano le previsioni numeriche dei bambini nati nel 2010 e residenti in Zona 2, che presumibilmente, faranno richiesta per la Scuola dell’Infanzia per l’anno educativo 2013/2014, in Zona 2.
  3. Quali siano le azioni previste da questa Amministrazione  per sopperire alla mancanza di strutture per le Scuole dell’Infanzia nella Zona 2, per l’anno Educativo 2013/2014.
  4. Come mai ancora non sono iniziati i lavori che dovevano partire a settembre per la costruzione di nido e materna all’interno del PII Adriano Marelli di cui c’è già il progetto depositato e che in una assemblea cittadina l’Assessore De Cesaris aveva garantito essere consegnata per l’anno scolastico 2014-2015.
  5. Quali siano le motivazioni TECNICHE per le quali si continuano a scartare soluzioni prefabbricate, già in essere  in molti contesti. La delegazione dei genitori può reperire nominativi e/o preventivi di società che si occupano della messa in opera (allacciamenti inclusi), di società che noleggiano le strutture, ecc ecc. Gli spazi non mancano: area verde limitrofa a plesso Carnovali, area verde su Via Tremelloni limitrofa RSA Via Pindaro, …
  6. Se l’amministrazione è a conoscenza che il Comune dispone di moduli prefabbricati in depositi della Protezione Civile a costo zero, escluso eventuale costo di allacciamento luce-gas-acqua su terreno demaniale
  7. Se l’amministrazione è a conoscenza di un terreno demaniale in via Paradiso di 650 mq con attigua zona verde già predisposta, attualmente affittato a privati per la cifra irrisoria di circa 650 euro al mese per uso “Cantiere”, in realtà deposito automezzi, materiali vari….
  8. Se l’amministrazione ha in previsione di fare un sopralluogo presso l’RSA di via Pindaro, per verificare l’entità dei lavori di trasformazione dei locali, in previsione di utilizzare il piano terra per aprire nuove sezioni di Scuole dell’Infanzia in Zona.

SCUOLA DELL’INFANZIA STATALE BOTTEGO

Dal programma elettorale del Sindaco Pisapia:

–       Intervento sui tempi e sui servizi della città teso a promuovere un equilibrato rapporto tra lavoro e cure parentali: la cura dei piccoli, degli anziani e dei disabili non deve gravare solo sulle spalle delle donne, è necessario cambiare l’organizzazione dei servizi per facilitare la conciliazione tra lavoro e cura. Sui tempi incidono molto le necessità di spostamento dei genitori/lavoratori e gli orari di asili nido e scuole della prima infanzia

Ribadendo che Bottego non è nel quartiere Precotto ma a 2,5 km e non servita da mezzi diretti, chiediamo:

  1. Quando è prevista l’apertura della Scuola Materna Statale in via Bottego, e quando verranno inseriti tutti i bambini che hanno accettato quella sede.
  2. Se sia  possibile chiedere il trasferimento da una struttura statale (con lista d’attesa comunale) ad una comunale. Se no, secondo quale riferimento di legge.
  3. Dal momento che la scuola materna di via Bottego è statale (altra graduatoria, altra gestione del personale, altri orari e altra didattica) e che non è prevista la possibilità di chiedere il trasferimento in corso d’anno, come mai le famiglie che hanno accettato tale scuola non sono state tolte dalla lista dei bambini in attesa di assegnazione?

CRITERI DI ASSEGNAZIONE

Dal programma elettorale del Sindaco Pisapia:

–       La definizione dei criteri e delle priorità di accesso ai servizi deve essere il risultato di un confronto con genitori ed educatori, e rispondere compiutamente ai mutamenti sociali e ai bisogni emergenti delle famiglie

  1.  Per quale motivo  “criteri e  priorità” contenuti nell’ ALLEGATO A” alla Circolare n. 4 del 1 febbraio 2012, che regola Criteri di assegnazione del punteggio per la formazione delle graduatorie  delle liste di attesa a Nidi e Scuole dell’Infanzia Comunali subiscano modifiche da un anno con l’altro. Rispetto alla Circolare iscrizioni e relativi punteggi deve essere garantita una continuità e una sistematicità sull’assegnazione dei punteggi per accedere ai nidi e alle materne. Non si può pensare di modificarli ogni anno
  2. Quali siano i presupposti che fanno si che alcuni parametri vengano tolti/aggiunti o abbiano un peso diverso da un anno con l’altro.
  3. Nello specifico per quale motivo per l’anno 2012/2013 è stato tolto il contapassi , il bacino d’utenza e il ricongiungimento fratelli.
  4. Per quale motivo è stata prevista precedenza dei cambi di residenza e con quale peso ,sulla lista di attesa.
  5. Quali siano le modalità previste per comunicare ad una famiglia l’assegnazione del posto? (telefono, raccomandata, email).
  6. Quali siano le  modalità previste per comunicare all’ufficio preposto la RINUNCIA del posto che è stato assegnato e quali le tempistiche?
  7. Quali siano le modalità operative (mezzi e tempi) con cui si ri-assegna il posto per cui si è ricevuta una RINUNCIA.
  8. Se l’Amministrazione abbia previsto per l’anno 2013/2014 di dare un vantaggio in termini di punteggio per l’inserimento dei bambini non assegnati nell’anno 2012/2013
  9. Per quale motivo gli aggiornamenti delle Liste di Attesa non sono pubblicati in tempo reale.
  10. Quali azioni siano previste per far sì che il sistema informatico di aggiornamento delle liste di attesa su come avvengono gli spostamenti dei bambini, sia gestito secondo criteri di  trasparenza e di accessibilità pubblica.
  11. Chiediamo la possibilità di rendere visibile all’interno della pubblicazione delle graduatorie il punteggio ottenuto accanto al nome del bambino. Ricordiamo che la pubblicazione del punteggio non può essere considerato  pregiudizievole nei confronti della legge sulla privacy, in quanto non  rientra nei dati sensibili cui la legge fa riferimento.

Ringraziandovi dell’attenzione sin da ora, si porgono cordiali saluti.

Delegazione Genitori di Precotto

Annunci

Una risposta

  1. Pingback: VIA PARADISI AREA 722, CASE O SERVIZI, PUBBLICO O PRIVATO? | Consigliere Zona 2 MoV.5 Stelle Milano Alessandro Battaglia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...