CONSIGLIO DI ZONA 25.09.2012

Finalmente dopo più di un anno di pressioni, mediazioni da parte del nostro consigliere di zona 2 e la costante partecipazione degli attivisti del MoVimento 5 stelle , ieri 25/09/2012 siamo riusciti a riprendere tramite video camera e trasmettere in diretta streaming : http://www.ustream.tv/recorded/25705201  (con qualche problema tecnico di audio…), la seduta del consiglio di zona 2, una piccola vittoria …. tutti d’accordo al riguardo, ma quando ci si accinge a scalare una montagna, solo procedendo a piccoli passi si riesce ad arrivare in cima.

Il 25/09/2012 per la prima volta  cittadini, attivisti del MoVimento 5 stelle  hanno aperto una piccola breccia nel muro erto dal sistema politico italiano, muro che, badate bene, è stato negli anni costruito fino al più piccolo comune, o come in questo caso alle circoscrizioni di zona di Milano, un muro fatto di privilegi più o meno palesi, fatto di atteggiamenti (scusate l’esempio ma rende bene l’idea) alla marchese del grillo “Io so io…… e voi nun siete un cazzo” (film di Mario Monicelli del 1981 con Alberto Sordi), un muro dove gli eletti, a qualsiasi livello, invece di sentirsi dei semplici cittadini che rappresentano altri cittadini, ovviamente quelli che hanno le loro stesse ideologie (ha ancora qualche senso questa parola?) o quelli che condividono il programma da loro proposto, piano piano negli anni hanno trasformato l’essere eletti, nel sentirsi ELEVATI ad una categoria superiore.

Proviamo, per una volta, a ragionare solo con il buon senso  invece di tirare in ballo leggi, costituzione, garante della privacy,  regolamenti comunali, etc. etc. fino ad arrivare al manuale delle giovani marmotte se volete,  e facciamolo per capire cosa c’è di sbagliato nella richiesta di un cittadino a riprendere un consiglio di zona del comune di Milano, solo col buon senso perché vorremmo far comprendere a quei consiglieri (NON  TUTTI  PER  FORTUNA) che per più di un anno hanno impedito in maniera più o meno arrogante e più o meno  altezzosa le riprese, vorremmo far capire proprio a coloro i quali negli anni hanno modificato l’essere eletti in sentirsi elevati, facciamo così…. chiamiamoli i marchesi del Grillo, mi raccomando però non confondiamoci  intendiamo il grillo di Monicelli, non il demagogo odierno.

Caro marchese del Grillo, ma per quale motivo non vuoi essere ripreso, durante una seduta aperta al pubblico, mentre svolgi il tuo lavoro, per il quale vieni pagato (ok poco lo ammettiamo) anche da quei tuoi concittadini che  si presentano video muniti,  un lavoro che ti sei scelto, e che nessuno ti ha costretto a fare, salvo la tua coscienza, la tua ideologia, o purtroppo la tua voglia di scalare le vette della politica per arrivare in alto dove i compensi da re, ripagheranno tutti gli anni di sacrifici fatti, cosa non vuoi che resti impresso in quell’obbiettivo invadente?  Che cos’è che ti da fastidio, che non ti è chiaro?

Hai tirato in ballo il tuo diritto alla privacy, ma scusa ti stiamo per caso riprendendo a casa tua, ti abbiamo per caso ripreso con i tuoi bei calzini turchesi mentre leggi il giornale nella tua pausa pranzo, assolutamente no, non ci saremmo mai permessi, semplicemente siamo venuti a vedere e controllare cosa fai durante un consiglio comunale aperto al pubblico.

Hai fatto notare che eravamo in 5 e che un domani  in quell’aula sarebbero potuti presentarsi  20 cittadini con le telecamere,  ok ti ringraziamo per l’attenzione ma non preoccuparti qualora si presentasse il problema, cercheremo di stringerci, e se proprio non ci entriamo qualcuno rinuncerà, sicuramente gli attivisti del MoVimento lasceranno ben volentieri spazio agli altri cittadini interessati.

Hai spiegato che temete che i video vengano poi montati in maniera ingannevole  rovinando la vostra figura politica? Su questo punto vi diamo ragione, può accadere, ma le rammentiamo che qualora accadesse, lei potrebbe rivalersi legalmente ed economicamente, su chi ha manipolato le immagini distorcendo la realtà. Ma soprattutto Le consigliamo di riflettere sul fatto, che la Sua immagine politica ve la rovinate costantemente da soli, proprio con atteggiamenti come la reticenza alla trasparenza, perché vede, l’opporsi alla presenza di telecamere durante una seduta pubblica del consiglio di zona, oltre a danneggiare la democrazia, danneggia principalmente lei, ovviamente questo è un punto di vista nostro, che ai suoi occhi risulterà sicuramente demagogo populista ed antipolitico, ma noi ci permettiamo lo stesso di farglielo notare, poi lei è liberissimo di continuare per la strada del “Io so io e voi non siete un cazzo” d’altronde si sono estinti persino i dinosauri, ma almeno loro non ne erano consapevoli, lei forse è il caso che ne prenda coscienza è corra ai ripari.

Denis F.

Si sono espressi contrari alle riprese video

Lega Nord: Nobile, Piscina, Locanto, Bonora, PdL: Calligaris, Sinistra per Pisapia Comunisti Italiani: Tranquillino

Annunci

Una risposta

  1. Pingback: CENSURA IN CONSIGLIO DI ZONA 2 | Consigliere Zona 2 MoV.5 Stelle Milano Alessandro Battaglia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...