22.05.2012 COMUNICATO GENITORI DI PRECOTTO IN CONSIGLIO DI ZONA 2

Il 22 maggio 2012, durante il Consiglio di Zona 2, una delegazione di genitori ha esposto il seguente comunicato, il quale pone evidenza su una  evidente grave situazione per le famiglie di precotto!!

“Lo scorso 18 maggio il Comune di Milano ha presentato le graduatorie definitive di assegnazione dei posti alle Scuole di Infanzia comunali, sostenendo di aver ridotto i numeri di famiglie in attesa pur preservando la qualità dell’offerta didattica. Eppure questi numeri non tornano, perché a differenza di quanto afferma il Comune, risulta che i bambini rimasti al momento fuori non sono 652, bensì oltre 1000. 

Analizzando i dati della Zona 2 emerge che su circa 1160 richieste di iscrizione alla scuola dell’infanzia ben il 35% delle domande, ossia circa 400 bambini, risultano “in attesa di assegnazione”, ossia privi della possibilità di frequentare la scuola materna comunale per il prossimo anno scolastico. Entrando nel dettaglio del Nido Soffredini, che rappresentiamo, quasi il 50% dei bambini attualmente frequentanti il nido si trova estromesso dal sistema didattico comunale.

Pur condividendo l’obiettivo di perseguire una maggior qualità del servizio diminuendo il rapporto tra numero di bambini e numero di educatrici (da quest’anno le classi passano da 28 a 25 bambini ciascuna), riteniamo che questo non possa inficiare la ricettività delle strutture nelle zone più popolose o comunque in evidente espansione, come la zona di Precotto che ha visto triplicare l’utenza scolastica con la creazione del nuovo quartiere Adriano. Si potrebbe piuttosto pensare ad aumentare il numero delle maestre, laddove le strutture possano effettivamente contenere un maggior numero di piccoli allievi.

Da una prima indagine è inoltre emerso che anche le Scuole dell’Infanzia statali del plesso I. Calvino (strutture in Via Rucellai e in Via Sant’Uguzzone) non abbiano posti disponibili per il prossimo anno scolastico, così come nel privato (2 scuole parrocchiali di Via Rucellai e Via Galeno) l’offerta di posti è esaurita.

È inaccettabile per gli abitanti di Precotto vedere che i propri figli (parliamo di bimbi di 3 anni, non di adulti), che hanno condiviso al nido i primi anni di vita e che sono il nucleo su cui ruota una comunità affiatata di famiglie, debbano essere sradicati dal tessuto socio-geografico in cui risiedono e in cui sono completamente integrati ed essere dispersi in diverse scuole in diverse zone e probabilmente private.

Ci troviamo di fronte ad evidenti difficoltà

  • Organizzative – dobbiamo sopperire alla mancanza di risposta delle strutture comunali cercando in tempi strettissimi un’alternativa per i nostri figli
  • Logistiche – dovremo cercare le scuole in altre zone, diversa da quella di residenza, coniugando i tempi di entrata ed uscita delle strutture scolastiche con l’orario di lavoro dei genitori; dovremo spostarci con i mezzi pubblici, nella migliore delle ipotesi, o privati con dei bimbi in età prescolare. La situazione si aggrava per chi ha più figli in strutture diverse e ora anche in zone diverse
  • Economiche – non tutte le famiglie sono in grado di affrontare, specie in questo periodo di crisi, l’esborso richiesto dalle strutture private
  • Educative – le scuole dell’Infanzia in zona Precotto e limitrofe sono solo ed esclusivamente di orientamento cattolico, le famiglie laiche o di altre confessioni religiose non hanno quindi la possibilità di scegliere
  • Civiche – la scuola privata, di qualsiasi indirizzo, dovrebbe essere una scelta, non un’imposizione e le istituzioni dovrebbero garantire ai cittadini tale libertà di scelta.

Lo scopo del nostro intervento qui stasera è quello di portare alla vostra conoscenza quanto vi abbiamo esposto con la speranza che, in quanto rappresentanti della nostra zona, vi facciate nostri portavoce presso il Comune e sptt presso gli assessorati preposti alle politiche sociali e dell’istruzione.

Grazie,

La rappresentanza delle mamme del Nido Soffredini di Precotto”

Al comunicato vorremmo aggiungere che ancora oggi non è prevedibile una rapida soluzione della mancanza di servizi scolastici all’interno del quartiere Adriano, il cui progetto per nido e materna http://zona2m5smilano.pbworks.com/w/browse/#view=ViewFolder&param=Scuola%20Materna  giace su qualche scrivania e lì resterà ancora per quanto tempo? 30 anni fa in Via Sant’Elembardo è stata costruita una scuola prefabbricata che ancora oggi ospita alcuni servizi, questo a dimostrazione che se ci fosse la volontà sarebbe possibile almeno nell’immediato tamponare ciò che la selvaggia edificazione del Quartiere Adriano, senza uno straccio di pianificazione dei servizi, che dovevano sorgere se non prima, almeno parallelamente alla costruzione delle case, ha prodotto.

 

Domani sera, mercoledì 6 giugno, alle ore 19.00, ci sarà un incontro a Palazzo Marino tra i responsabili del Settore Infanzia, i presidenti delle commissioni Scuola di zona 2 e 3 e una rappresentanza di genitori. I Rapresentanti di area B  saranno presenti e all’ordine del giorno dell’incontro vorrebbero mettere i seguenti punti:
PER QUEST’ANNO:
– richiedere una pubblicazione aggiornata delle graduatorie, che dia conto dei numeri reali dopo le varie rinunce
– prevedere una forma di indennizzo (assegno o bonus) per le famiglie che restano fuori (indennizzo che copra i mesi in cui le mamme sono invitate a “tenere duro”)
PER L’ANNO PROSSIMO:
– aumentare le convenzioni con i nidi privati (ci sono anche i nidi
aziendali, es. Politecnico) e prevedere convenzioni anche con le
materne private
– prevedere priorità per gli esclusi quest’anno (teniamo presente che c’è una legge che dice che un anno di materna va garantito a tutti i bambini)
– controllo sui numeri e sui criteri di assegnazione (cosa si farà l’anno prossimo per non avere la situazione di quest’anno?). La nostra posizione comunque resta: tutti i bambini hanno diritto a un posto in una scuola pubblica.
– mappatura degli edifici scolastici del territorio: ci sono piani o
aule inutilizzate? C’è una commissione che sta mappando il territorio in cerca di strutture da trasformare in scuole?

Se avete altri punti che volete siano inseriti, fatelo subito!
Se volete far parte della delegazione che andrà in giunta, mandateci invece una mail a info@ma-mi.it
Grazie!

Annunci

Una risposta

  1. Pingback: ZONA 2 COMUNICATO DELEGAZIONE GENITORI DI PRECOTTO IN COMMISSIONE SCUOLA 20.09.2012 | Consigliere Zona 2 MoV.5 Stelle Milano Alessandro Battaglia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...