Con il cambio di amministrazione, i problemi con MI.RI., rimangono gli stessi

Lettera a ViceSindaco Guida da Rappresentanza CM
Gentilissima Vicesindaco

Maria Grazia GUIDA

CC:

gentile sindaco Giuliano Pisapia

assessore Pierfrancesca Maran

assessore Bruno Tabacci

assessore Franco D’Alfonso

presidente Commissione Educazione Elisabetta Strada

vice presidente commissione Educazione Ines Quartiere

capo gabinetto vice sindaco Maurizio Azzolini

consigliere Davide Gentili

consigliere Paola Bocci

e inoltre:

forum delle Commissioni Mensa Cittadine

Ilaria Bortolozzi, ufficio stampa

Federica Cavadini, Corriere della Sera

Chiara Campo, Il Giornale

Luca Salvi, il Giorno

Nino Luca, Corriere dela Sera

Alessia Gallione, la Repubblica

Antiniska Pozzi, ChiamaMilano

localmente mosso, Radio Popolare

metroregione, Radio Popolare

In relazione ad alcuni aspetti emersi nella Audizione della Presidente Iacono
alla Commissione Educazione il 31 gennaio, nonché ribaditi alla stampa e in ogni
caso ventilati, la Rappresentanza Cittadina delle Commissioni Mensa, la prega di
fornire con cortese urgenza le seguenti rassicurazioni, coerenti con lo spirito
di trasparenza e collaborazione che dovrebbe essere alla base dell’operato di
questa Amministrazione:

– l’Amministrazione considererà la società Milano Ristorazione, ma soprattutto
il servizio che eroga, una risorsa e un valore per tutta la città. In questa
luce, le decisioni strategiche rispetto alla sua gestione, verranno condivise
in un percorso trasparente con la comunità dei cittadini.

– l’Amministrazione comprende e apprezza il valore di controllo e tutela del
servizio operato dai cittadini volontari delle Commissioni Mensa; si impegna
quindi fin da ora, e qualunque siano le scelte di affidamento e gestione, a
tutelare e a portare a compimento il Regolamento dell’operato delle Commissioni
Mensa, documento rispetto al quale in questi mesi si è profuso l’impegno di
genitori e funzionari del Comune e che, a maggior ragione nell’eventuale caso di
cambi gestionali, resta unica garanzia di trasparenza nella gestione della
Ristorazione Scolastica.

– l’Amministrazione, nel caso assuma scelte gestionali di diverso regime, si
impegna a garantire la stipula di un contratto che vada nel senso della piena
tutela degli utenti del Servizio, e che sia anzi MIGLIORATIVO rispetto al
contratto vigente, e che preveda al suo interno strumenti sanzionatori o
comunque di tutela del consumatore, nel caso di inadempienza da parte della
Società fornitrice del Servizio. Trattandosi di tema così delicato e importante
per la vita cittadina, anche per la revisione del contratto l’Amministrazione si
impegna a intraprendere un percorso di partecipazione e trasparenza.

– da l’ultimo l’Amministrazione si impegna a rendere noto con la massima urgenza
possibile, il contenuto del contratto in vigore, in relazione al quale la
Rappresentanza lamenta non essere stato espresso un sufficiente livello di
certezza e chiarezza.

cordiali saluti

la Rappresentanza Cittadina delle Commissioni Mensa, MIlano

E comunicato stampa….
COMUNICATO STAMPA della Rappresentanza Cittadina delle Commissioni Mensa:
In relazione alle dichiarazioni rilasciate dalla presidente di Milano
Ristorazione Gabriella Iacono all’audizione in Commissione Educazione del 31
gennaio, e riprese il 1 febbraio dal Giornale, la Rappresentanza delle
Commissioni Mense cittadine ci tiene a sottolineare i seguenti aspetti:

– la situazione definita “parentopoli”, viene affrontata con spirito logistico
organizzativo (vedi: divisione dei parenti in stanze diverse!), anziché con più
ovvi strumenti legali che vadano alla verifiche delle eventuali irregolarità
perpretate nel passato e ne diano conto (nonché magari, ne facciano rispondere i
responsabili);

– dichiara fra le righe la pura incompetenza di chi dovrebbe formulare i menù
per i bambini, e che di fatto ha bisogno di farsi spiegare dai genitori (!), che
servire le erbette bollite non è molto strategico, e che se la zucca arrosto è
molle e acquosa c’è un serio problema di materie prime;

– si permette di dire che nelle Commissioni Mensa (volontarie) compaiono spesso
gli stessi nomi (chissà dove, compaiono), senza considerare che ognuno di noi
(volontari), ha i propri figli “nutriti” dalla società minimo minimo per otto
anni. E’ quindi normale che i “nomi” (dei volontari), ritornino; dopodiché si
permette un affondo assolutamente al di fuori delle sue competenze, dichiarando
“cambieremo il sistema delle elezioni”. Quali elezioni, e di cosa, sarebbero di
competenza della società fornitrice del servizio di Ristorazione, in relazione
alle Commissione Mensa?

– definisce invece in altro contesto (vedi lettera risposta al CDZ etc etc), il
Decreto ministeriale del 25 luglio 2011 “Adozione dei criteri minimi ambientali
da inserire nei bandi di gara della Pubblica amministrazione per l’acquisto di
prodotti e servizi nei settori della ristorazione collettiva e fornitura di
derrate alimentari e serramenti esterni (Pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 21
settembre 2011, n.220)”, come linee guida non vincolanti (pensavamo quelle
fossero, appunto, Linee Guida e non Decreti!);

– sulla situazione della società, e sul suo futuro, la Rappresentanza che è
stata in questo mesi oggetto di varie strumentalizzazioni, nonché di fatto
impegnata in continui (inutili, viene il dubbio), confronti con le stesse
persone da cui sono stati osteggiati per anni, rimane assolutamente sconcertata
nel percepire dal tono di diverse dichiarazioni, delle intenzioni sul futuro di
questa società che vanno oltre qualsiasi impegno o previsione preso
dall’Amministrazione in fase elettorale e successiva.

Preghiamo quindi la Vice Sindaco Guida, di chiarire al più presto quali siano le
reali intenzioni dell’amministrazione rispetto alla società, per poter orientare
il nostro lavoro volontario in una direzione che non sia completamente inutile e
pretestuosa, e in virtù dello spirito di trasparenza e collaborazione che
dovrebbe essere il fondamento di questa Amministrazione.

Rappreentanza Cittadina Commissioni Mensa

Annunci

Una risposta

  1. concordo pienamente! Per anni assaggiatrice mensa asilo miei figli, per anni compilato rapportini sulla qualità del cibo che probabilmente non venivano nemmeno visionati, per anni chiesto dieta in bianco per bambini convalescenti e mi era parso di chiedere pranzo completo al Savini per comitive giovani!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...