Commissione Urbanistica, Edilizia Privata e Demanio&Commissione Urbanistica, Edilizia Privata e Demanio

MARTEDI’ 18 OTTOBRE 2011 alle h. 18.30, presso la sala della Parrocchia Gesù a Nazareth, Via Trasimeno, 53.

ordine del giorno:
1) Realizzazione del parco nell’area Adriano-Marelli.
2) Apertura di Via Vipiteno.
3) Collegamenti con mezzi pubblici: linee ATM 51 e 56, Metrotranvia 7.
4) Interramento tralicci area Marelli.
5) Illustrazione dell’Accordo di Programma relativo al lotto Adriano 60 (ex CFP Grandi).
6) Aggiornamenti sul P.I.I. Adriano Marelli.

 

Annunci

Una risposta

  1. I file per prepararsi alla Comm.

    • /
    “itlano
    Atti del Comune
    COM¥NI 01 MILANO
    sPO.. . UNICO IOILIZI
    0Q 10318012010
    r>ROT SPORT UNICO P
    l)el 09/021201 0
    , 5 l SOC ALPINA SRL
    1910212010
    Dtrezlone CentraJe Sviluppo del TerTitono
    Settont Sportello Unlco per I’Edllb:la
    S4HV1llo lnterventJ In Attuazlone StrumentJ Urbanlstid
    Untta Organlzzadva 1
    Milano. 04 Febbraio 2010
    VEBBALE DELLA RIUNIONE 01 CQQROINAMENTO OEL 03 /02/2010
    prttto Ia salt Cauanl – vl1 Plrtlll 39
    Oggetto: Attuazlone deUo strumento urbanlatlco “PII Adriano Marelll”
    – Verbale della rlunlone dl coorldnamento aullo atato dl attuazlone •
    Si richiamano brevemente gli argomenti postl all’ordine del gk>rno e oggetto di convocazione, in
    relazione a: viabtlitt., trasportl pubblicl, sottoservizl, elettrodotto, verde pubblico, bonifiche,
    scuola materna/asilo nido e aspettl conven.zionall.
    Sono present! alia rlunlone i Settorl, i Rappresentatl delle Aziende e delle Cooperative 1n
    indirizzo (ch”. allegato: Foglio presenze).
    La seduta si apre aile ore 10.30 circa, presiede I’Arch. Giuseppina Sordi, Dtrigente del Servizio
    lnterventl in Attuazione Strumentl Urbanistici (SIASU). che in relazione allo stato di attuazione
    ed ai tempi di insediamento dei primi residenti richiama le finalita dell’incontro.
    Viene consegnato al present! il verbale della riunione intersettoriale del 29/01/2010 con PG
    83280/2010, in cui sono riportate le tematiche ancora aperte in fase di risoluzione e che costituiscono ordine del giorno della presente.
    lntervlene !’Assessor• allo Svlluppo del Terrltorlo Carlo Marta Masseroll che ringraziando tutti i present! ribadlsce Ia propria disponibilita alia risoluzione dl eventuali problematlche che rlchiedano un Suo intervento diretto.
    Vengono forniti dai varl referenti aggiomamenti in relazione agli ultimi accord! perfezionati ed allo stato di realizzazione di alcune opere:
    • per l’lnterramento dell’elettrodotto SUD. sulla via Vipiteno, e stato siglato un contralto in data 26 Gennaio 2010 tra Tema Spa, Adriano 81 SpA. A2A Reti Elettriche SpA e Comune dl Milano;
    • e in fase di predisposizione una modifica deii’Accordo dl Programma, che contempla l’lnsedlamento dl una acuola media nell’ambito. in relazlone al recente contralto siglato per l’interramento dell’elettrodotto SUO;
    • vem~ predlsposta. m attesa della realizzazione della “metrotramvra, una linea dl trasporto pubbllco di raccordo con le fermate della linee metropolitane (M1 Precotto e M2 Gobba). tn concomtlanza con l’insediamento dei primi restdenti previsto per il Settembre 2010;
    Milano
    Anche lungo Ia via Vlplt•no. alia luce deii’Accordo sopraccitato, si provvedera alia predisposizione dei collegamenti fognari entro il Giugno 2010.
    Viene precisato aile Cooperative che gli allacciamentti degli edifici alla retre di servizio (acqua,
    luce e gas) sono ad opera dei gestori delle reti stesse e non dell’Operatore e che non sembrano
    susslstere da parte dei gestor! particolari problematiche riguardo agll allacc1amenti delle reti.
    Tuttavia si chiedera nscontro ai gestori in relazione a questo argomento nell’incontro del 10
    febbralo p.v. e dl cui sl dara successivamente conto.
    Ambito B (relaziona 1’/ng. Soglio)
    Riconosciuto il ritardo sui lavori rispetto al cronoprogramma, viene fornita garanzia circa il
    completamento delle urbanizzazlom primarle con l’insedlamento dei prlml residenti nel Giugno pv. e Ia ripresa dei lavori rispetto aile effettive possibillta, anche in relazione alia domanda fatta dal Presidente della Commissione Urbanistlca del CdZ 2 dott. Gandolfi, In merito al completamento dei lavori della RSA.
    II Servtzlo acrtvente, vista Ia necessita scaturita dall’incontro da parte delle Cooperative e del
    Presidente della Commlsslone Urbanistica del CdZ 2 dl un costante aggiornamento vistl i tempi
    ormal prosslml all’lnsediamento del priml residenti, si impegna a indire ognl due mesl circa
    riunloni dl agglornamento circa lo stato attuatlvo dei lavorl.
    La seduta term ina aile ore 13.00.
    Si riportano n. 2 Allegatl:
    – fogll presenze
    – gant Societa Terna
    – stato attuazione Ambito B
    “.t.r.ntl Tecnkl:
    Geom. Stehlno ll1sclone
    Arch Glovann• o· Angel•ntonlo

    Mtlano
    Atti del Comune
    COMUNE 01 MILANO
    SPORT. UNICO EDILIZI
    PG 1013314/2010
    PROT SPORT UNICO 0
    De’ 31/12’2010
    iC) PROT SPORT GNICO P
    31/1212010
    Dlrezione Centrale Svlluppo del Terrltorlo
    Settore Sportello Unlco per I’Edlllzla
    Servizlo lnterventl in Attuazione Strumenti Urbanistici
    Unlta Organluatlva 1
    Milano, 22 Dicembre 2010
    VERBALE DELLA RIUNIONE 01 COORDINAMENTO DEL 13/1212010
    presso Ia sala Gialla- via Pirelli 39
    Oggetto: Attuazione dello strumento urbanistico “PII Adriano Marelli” -Ambito A-
    Verbale della riunione di coordinamento sullo stato di attuazione –
    La seduta si apre aile ore 10 00 circa, presiede I’ Arch Andrea V1aroil, Responsabtle del Procedimento. che 1n relaztone allo stato di attuaztone richtama le finalita dell’incontro.
    Sono presenti alia nunione i Setton, 1 Rappresentat1 delle Aztende e delle Cooperative mindirizzo (cfr Allegata relative)
    Viene consegnato a1 present1 uno schema planimetnco rela!lvo allo stato d1 attuaztone delle urbantzzaz1oni e delle opere private (cfr Allegata relative) A SILO NIDO/SCUOLA MATERNA
    La struttura scolastica, a seguito degil incontri avut1 durante !’estate con 11 Settore referente. e
    stata ripensata in base aile esigenze dell’utenza. II progettista nferisce che al momenta e in corso Ia progettazione degli impianti e delle strutture. I tempt st1mat1 per Ia reailzzazione sono di un anno dal rilascto del titolo Si rileva che:
    • I’Operatore 1n accord a con 11 Servizio scrivente, si impegna a protocollare 11 progettoper Ia fine del mese di Gennaio p v anticipando documentazione a1 sens1 dell’art. 112 del RE in modo da cercare d1 accelerare i tempi acquisendo 11 parere della Comm1sstone per 11 Paesaggio 1n v1a preliminare
    AMBITO COMMERCIALE
    II Referente di Esselunga spa comunica di aver ntirato 1 t1toli nel novembre u s e d1 essere ancora m attesa d1 una nsposta da parte de1 Setton comunal1 m relazione all’1stanza presentata a segUito della numone del marzo u.s con 11 Settore Attuaztone Trasport1 e Mob11ita e tl ServtZIO Programmazione Territonale. 1n relaz1one alia gest1one del parchegg1 pubbhct interrat1 e non L’arch V1arolt nfensce che Ia dott ssa Pala del Settore Attuazione Trasporti e Mobilita. non presente all’1ncontro. ha comunteato che Ia proposta presentata da Esselunga spa ancora pone perplesstta e comunque dovra essere nvalutata con 11 referente urban1st1co della Convenz1one anche 1n menta alia effett1va necesstta de1 parchegg1 1n relaz1one aqh standards nch1est1 dal PI!
    \
    M1lano
    Si rlleva che:
    • Ia risoluz1one di tale problematica verra trattata in un tavolo separate. che vedra
    coinvoltl I’Assessorato di nferimento, 11 Settore Attuazione Trasportl e Mobilita e II
    Servizio Programmazione Territoriale al fine d1 addivenire ad una soluzione condiv1sa.
    TQPONOMASTICA
    I referenti delle Cooperative ev1denziano alcune problematiche relat1ve alia mancata affissione
    delle targhe con i nomi delle vie e dei relativi civici
    II Referente deii’Ufflclo Toponomastica – Settore Sportello Unico per I’ Edilizie riferisce
    che e in attesa d1 md1cazioni esecut1ve da parte deii’Assessorato alia Cultura, e che serv1ra c~rca
    un mese per l’apposizione delle targhe a seguito della quafe verra attiVata Ia comunicaz1one
    uff~eiafe aile Jstltuzioni
    Si rifeva che:
    • il Servizlo scrlvente ritiene urgente l’affissione delle targhe che intitolano le v1e
    fondamentali per il raggiungimento dei mezzi di soccorso e pertanto 11 presente verbale
    verra inviato a11’Assessore allo Sviluppo del Terntorio, alia Oirezione dello Sportello
    Unico per I’Ed1l1zia e aii’Assessore alia Cultura.
    TRASPORTQ PUBBLICO LOCALE
    Si informa i Referenti delle Cooperative presenti ,che 1n re1az1one all’attlvazlone della linea di rasporto pubbllco locale, questa sara funzionante per Ia fine del mese d1 Gennaio pv, visto che e previsto per Ia fine del mese d1 01cembre 2010 il completamento dell’ult1mo tratto d1 viabilita (via Gassman). che ha registrato ritardi dovuti allo smantellamento del tralicc1o dell’elettrodotto ed alia realizzaz1one del muro d1 conten1mento degli interrati da parte della Cooperat1va Europarco.
    II Referente del Settore Planlflcazlone Mobllita Trasporti e Ambiente comunica che appena conclusi i lavor1 stradali, entro Ia prima meta di Gennaio 2011. verranno svelte le prove d1 simulazione con il bus per verificarne Ia sicurez.za (si allega parere lasc1ato dell’ arch. Picker)
    II Referente Programmazlone ATM conferma d1 aver comunicato al Settore Attuazlone e Moblllta le fermate previste relative al prolungamento della linea 86, linea eststente che verra devrata afl’interno del Pll. La linea terminera il servrzro aile ore 22 00, dopo e prevista l’attivazione del servizio Radiobus. che nmarra 1n esercizio fino aile 2.00 del mattmo. Si informa 1noltre 1 present1 che verranno rimod!Jiate le frequenze delle lrnee operanti nella zona alia luce dell’attivazrone del nuovo tratto di percorso della linea 86
    Si prectsa che:
    • rl Settore Attuazlone e Mobllita dovra qwndi provvedere all’allest1mento necessaria
    delle vane fermate previste entro Ia data d1 attivaz1one della linea (f1ne Gennaro 2011)
    VIABIUTA’ E PARCHEGGI
    Come confermato dalla Polizla locale. Ia v1abtlrta del Pll, a parte rl tratto ancora rnteressato da1
    lavori (via Gassman). e stata aperta al pubblico tranSI!O

    M1lano
    La Direzione Lavori. nella persona deli’Arch Conte. conferma Ia conctusione delle opere dt urbanizzazione pnmaria e secondana ad esclustone dell’ultimo tratto della via Gassman che verra conctuso entro Gennaio 2011 eat relativo parcheggio ancora mteressati da tavori Si prtci$1 che:
    • Ia Direzlone Lavori dovra predisporre Ia variante finale in modo da pater procedere alia consegna delle opere ed a1 conseguent1 svinco11 delle fideiussioni.
    VIA VIPITENQ E INTERRAMENTO ELETTRODOTTO
    La Dlrezione Lavori riferisce che lungo Ia Via Vtpiteno stanno proseguendo i lavon d1 predisposizione per l’interramento dell’elettrodotto sud, che dovrebbero concludersi net Febbra10 2011.
    II Referente di Terna relaziona che a partire da Febbraio 2011, saran no necessari tre mes1 (Maggio 2011) per l’interramento della linea ed a quel punta si restera in attesa dell’autonzzazione mtntstenale per Ia messa in esercizto della ltnea in sottosuolo Si precisa che:
    • Ia Direzlone Lavori. stima Ia conclustone della Via Vipiteno per rautunno 2011, se vengono rispettate le tempistiche relative all’otten1mento dell’autorizzazione m1n1steriale (Maggio 2011 ).
    ASPETTI CONVENZIONALI
    L’Arch. Sordi relaziona 1n menta alia proposta Vanante Urbamstlca del Pll gia sottoposta in v1a preliminare al Collegia di V1g1tanza e che dovrebbe procedere alta approvazione defin1tiva entre 1 pnm1 mesi del 2011, Ia proposta prevede Ia realizzazione ad opera deii’Amm1n1strazione Comunale della scuola media inferiore neii’UDC V (ambito precedentemente destinate a fondiana privata), con una riduz1one di sip ed un camb1o d1 dest1nazione d’uso da terziario a res1denz1ale
    Con nota a parte verranno forn1t1 dettagli sui progetto della scuola e SUI temp• di realizzazione
    previsti.
    PARCO PUBBLICO
    L’Operatore riferisce che le gare relative alta reahzzaztone del Parco pubblico s1 concluderanno a febbra1o 2011, Sl prevede pertanto l’tntZIO lavon a g1ugno p v con conclusione delle p1antumaz1on1 entro primavera 2012.
    Si precis;..
    In rag1one della completa d1sponibihta delle aree per Ia reahzzaz1one del parco
    • le Cooperative devono sgomberare le aree d1 cant1ere entro Ia f1ne d1 Genna1o 2011. 1n modo da rendere dispon1b11i aii’Operatore le aree relative at Parco.
    Ia Coopertativa Unitabita s1 1mpegna alto smantellamento della cab1na A2A pasta m mezzo al Parco ‘
    Mtlano
    La seduta termina aile ore 12.30
    Si riportano n. 3 Allegati
    – fogh presenze;
    – schema stato attuaztone;
    – parere dell’arch. Picker.
    Referente Ammlnlstrativo:
    Raffaela Tale rico
    Referent! Tecnkl:
    Ge-om. Stefano Vlsdone
    Arch Giovanna D’Angelantonio
    0
    II Olrlge del Servlzlo
    Arch useppina Sordi
    rocedlmento
    02-884 6617)

    /es
    2 34
    ORDINE DEL GIORNO SUL P.U~· ADRIANO MARELLI-CASCINA SAN
    GIUSEPPE
    18/05/10
    365887 05/0511 ()
    LUCA LEPORE
    AGNELLO- ANDREI – BECCARI – BONORA- CALIGARIS – CALZAVARJ\ -DE ROSSIFERRARI – FRATTO LILLO- CiANDOLFI – GIOIA – GIOVANELLI – Gl SMONDI GUAZZARRI – LJ\NZILOTTI – LA RUSSA – LEPORE – MAROTTA – MONTERISI –
    MURACA – NA VA – PIROVANO – PINARD! PIZZI RE FRJ\SCHINI ROCCATAGLIATA -RUGGERI – SBLENDIDO – SILVI- TRANQUILLINO -TRENTINVILLA. APREA – BASSO- CAMICIOTTI – CANINO – CAPOTOSTI – DEGRADI – I{.OMANELLI –
    SARDELLA – SARDONE.
    9
    MAl JRI/10 Gil JNTOLI
    IL CONSIGLIO Dl ZONA 2
    + Visto il Regolamento del Decentramento Territoriale; + visto it sottoesteso ordine del giorno sui P.I.l. Adriano Marelli-Cascina San Giuseppe; + con votazione che da it seguente esito, verificato dai tre Consiglieri: Nava, Ruggeri, Trentin e proclamato dal Presidente:
    CONSIGLIERI PRESENT!:
    CONSIGLIERI che hanno dichiarato di astenersi
    ai sensi dell’ art. 8.4 del Reg. sui Decentramento:
    CONSIGLIERI VOTANTI:
    VOTI A FA VORE
    VOTI CONTRARI
    n. 32
    n.==
    n.32
    n. 32
    n.==
    DELIBERA
    di approvare il sottoesteso ordine del giorno sui P.I.I Adriano Marelli-Cascina San Giuseppe.
    ORDTNE DELGIORNO
    II Tavolo di Lavoro Adriano Marelli – Cascina San Giuseppe e Ia Commissione Urbanistica riunitasi I’ 11
    marzo, in considerazione della portata dell’insediamento previsto e delle conseguenze che si etermineranno,
    tenendo conto dei tempi dei lavori previsti e del traffico aggiuntivo conseguentc, ritenendo che sia opportune prevedere ed accelerare interventi che possano venire incontro ai problemi e al disagio del
    periodo restante di attuazione del programma; s1 possono progressivamente integrare i servizi pubblici previsti modulandoli sui bisogni effettivi emergenti; invita Ia Giunta e it Consiglio Comunale, in vista degli imminenti primi insediamenti abitativi, prcvisti per fine giugno/settembre, senza alcuna garanzia sui servizi necessari a realizzare, in tempi brevi, tutti gli interventi viabilistici di collegamento coi quartieri limitrofi (verso Sesto San Giovanni, verso v.le Monza e verso Cascina Gobba ecc.); realizzare attraverso ATM Ia metrotranvia (tram 7) sino alia fermata Gobba; prevedere, all’interno dei nuovi interventi urbanistici che verranno realizzati nella zona, nuovc strutturc scolastiche che permettano di soddisfare il probabile aumento delle domande di iscrizionc per lc scuole primarie di primo e secondo grado; in moJo particolare risolvendo l’annosa qucstione della scuola media impegnando tutte le istituzioni a realizzarla at pill presto, precisando l’ubicazione e il progctto; vincolare Ia presa in carico del Consiglio di Zona 2 sull’utilizzo della Cascina San Giuseppe chc prevedc servizi multipli per l’utenza del parco, tra cui una biblioteca per organizzare mostre ed iniziative varic. un centro di aggrcgazione per famiglic, ecc.;
    concludere i I pill presto possibi le Ia realizzazione del piano, d i tutti qucgl i interventi attincnt i i serv izi pubblici, utili e necessari ai residenti; per escmpio: l’interramento complcto dcgli elcttrodi. realizzazione dei servizi sportivi c del parco, oltre aile strutture scolastiche; verificare gli oneri di urbanizzazione destinati gia in convenzione del Pll; alvaguardare e tutclare “‘II Matitonc” ( chc in tempo d i guerra era un ri fugio antiaerco) per trasformarlo previa autorizzazione, in edificio museale;
    predisporre un tavolo di lavoro con it Comune di Sesto San Giovanni per affrontare i problcmi viabilistici c di flusso veicolarc in entrata e uscita dal Quartiere Adriano i11 un’ottica di citt;’1 mctropolitana.
    ILSEGRI:TARIO
    Maurizio Ciiuntoli
    IL DIRFITORE Dl SETTORE ZONA 2
    Pier Achille Lanfranchi
    IL PRESIDENT!:
    l_uca Lepore
    Copia della segucnte dcliberazionc vicnc inviata:
    – AL SIGNOR SINDACO
    – AL SETTORE SPORTELLO UNICO PER L’EDILIZIA
    Servizio lnterventi in Attuazione Strumenti Urbanistici
    – AL SETTORE TECNlCO INFRASTRUTTLJRE
    – AL SETTORE TECNICO ARREDO URBANO E VERDE
    – AL SETTORE ATTUAZIONE MOBILITA’ E TRASPORTI
    LA PRESENTE DELIBERA VIENE PUBBLICATA
    ALL’ALBO ZONALE
    DAL AL
    IL SEGRETARIO
    /es
    2 35
    ORDINE DEL GIORNO SUL PARCO ADRJANO E MEDIA VALLE DEL
    LAMBRO
    18/05/10
    365887 05105110
    LUCA LEPORE
    AGNELLO- ANDREI – BECCARI – BONORA – CALIGARIS – CALZA V ARA – DE ROSSI -FERRARI – GANDOLFI – GIOIA – GISMONDI – LANZILOTTI – LA RUSSA – LEPORE -MONTERISI – NA VA – PIROVANO – PINARD! – RE FRASCHINI – ROCCA T AGLIA TA -RUGGERI – SBLENDIDO – SILVI – VILLA.
    24
    APREA – BASSO – CAM! CIOTTI – CANINO – CAPOTOSTI – DEGRADI – FRA TTOLILLO-GIOVANELLI – GUAZZARRI – MAR OTT A – MURACA – PIZZI – ROMANELLI -SARDELLA – SARDONE – TRANQUILLINO -TRENTIN.
    17
    MAlJRIZIO GIUNTOLI
    IL CONSIGLIO 01 ZONA 2
    • Vista il Regolamento del Decentramento Territoriale; + visto il sottoesteso ordine del giorno sui Parco Adriano e Media Valle del Lambro; + con votazione che da il s~guente esito, verificato dai Consiglieri: Nava, Ruggeri e proclamato dal Presidente:
    CONSIGLIERI PRESENT!:
    CONSIGLIERI che hanno dichiarato di astenersi ai sensi dell’art. 8.4 del Reg. sui Decentramento:
    CONSIGLIERI VOTANTI:
    VOTI A FA VORE
    VOTI CONTRARI
    n.24
    n.==
    n.24
    n.24
    n. ==
    DELIBERA
    di approvare il sottoesteso ordine del giomo sui Parco Adriano e Media Valle del Lambro. ORDINE DELGIORNO
    L’obiettivo del progetto e il recupero ambientale e paesaggistico del tratto piu difficile e degradato del
    Lam bro. IL progetto s’inserisce in un filone culturale che riguarda il recupero del sistema del verde e Ia
    rinaturalizzazione degli ambienti fluviali compromessi, all’intemo delle aree urbane e metropolitane, qualc
    strurnento fondamentale del processo di riqualificazione. II Parco va inteso come filtro verde e come fascia di rottura della continuita dell’edificato, rna soprattutto come fascia di rnitigazione arnbientale del peduncolo autostradale, fatta di rilevati re di barriere antirumorc, oltre chc di verde, di arbusti, di alberi.Si deve creare un corridoio ecologico come ambito in cui ripristinarc i diritti del fiume, diritti di avere un alveo per quanto possibile naturale, argini e scarpate rinverditi, arnbiti di esondazione e di divagazionc c, pitJ in generale, una fascia verde di rispetto ben individuata e protetta.
    Infine l’obiettivo piu canonico e una destinazione a parco estensivo scandito da una trama verde primaria, da un’alternanza di boschi e di prati e radure calpestabili dove potra rirnanere una presenza significativa di arec agricolc, e dove saranno caratterizzanti le attrezzature e il sistema dei percorsi ciclopedonali, destinato a connettere in modo capillare il percorso nord-sud con in nuclei abitati e i quartieri circostanti.II giorno 17 febbraio 20 I 0 si e riunita Ia Commissione zonale Urbanistica, Edi lizia Privata, Deman in c Tcrritorio ed erano presenti un tecnico del Comunc di Milano ed il Presidentc del Parco.
    E’ stato proposto di:
    completare il Parco Adriano con l’acquisizionc delle aree private e destinate a verde, bonificare le zone inquinate gia recintate, eliminare l’abusivismo, come deliberato dal Consiglio di Zona, migliorare ed arricchirc le piantumazioni, rcaliz:t..are una barriera naturale acustica per attutire i rumori provenicnti dalla tangcnzialc, predisporre nuove attrczzature per incremcntarc Ia fruizionc del Parco, chicdere al Settorc Arrcdo, Verde a Qualita Urbana l’inserimento del Parco Adriano nel Parco della Media Valle del Lambro,chiederc al Comunc di Milano di partecipare al progctto di intervento sull’arca del Lambro in
    collaborazionc con i Comuni di Sesto S. Giovanni, Cologno Monzesc e Brughcrio,recuperarc il patrimonio ambientale e paesaggistico del Lambro,crcarc un corridoi~> ccologico lungo il flume con un pcn:orso cic lo-pedona lc in modo da col Iegare i IParco Adriano al si:->tema dei parchi di interesse sovracomunalc.
    ILSI:GRETARIO
    Maurizio (:iiuntoli
    II. DIRI·:TTORIDI SLTTORE ZONA 2
    Pic Achille Lanfranchi
    IL PRLSIDLNTI·
    I ,uca Lepore
    Copia della seguente dcliberazione vicnc inviata:
    – AL SIGNOR SfNDACO
    · AL SETTORE ARREDO, VERDE E QUALITA’ URBANA
    LA PRESENTE DELIBERA VI ENE PUBBUCAI A
    ALL’ALBO ZONAL!:
    IL SEGRET ARlO
    VERBALE COMMISSIONE URBANISTICA DEL 14.10.2009- STA TO DEI LUOGI II
    CANTIERl~ DEI P.I.I. ADRIANO/MARELLI/CASCINA SAN GIUSEPPE ..
    Alle ore 14.30 il Presidente Gandolfi dichiara aperta la seduta, avente per argomento la verifica
    sullo stato dei lavori del cantiere del P.I.I. Adriano-Marelli I Cascina San Giuseppe.
    Dopo una brevissima introduzione da parte dello stesso Presidente, durante Ia quale vengono presentati I’ Ing. Capra Direttore lavori, I’ Arch. Castiglioni in rappresentanza della proprieta ed il Geom Viscione del Settore Sportello Unico per l’Edilizia del Comune di Milano, il D.L. incomincia ad illustrare lo stato dei luoghi. Dapprima evidenzia lo stato dell’ area estema al cantiere, relativa a! raddoppio dell’esistente carreggiata a doppio senso di marcia, originata dalla realizzazione di una seconda carreggiata, Jato cantiere, cosi che l’ esistente verra destinata a! flus so veicolare direzione il Comune di Sesto S. Giovanni mentre, quella in fase di realizzazione, destinata a quello direzione Milano. In merito a cio, alcuni Consiglieri hanno fatto notare che il radde>ppio del calibro stradale sara vanificato dai prolungamenti sia verso centro citta che verso periferia, di calibro notevolmente inferiore a quella in fase di ampliamento. Le opere descritte dovrebbero essere ultimate nel prossimo mese di novembre, unitamente ad una zona centrale a verde, futura sede della linea metrotranviaria.
    Si e proseguita Ia visita all’interno del cantiere, prendendo visione del futuro prolungamento di
    via Vipiteno in direzione viale Adrianio. Causa l’attuale stato delle Iince dell’elettrodotto, tale
    prolungamento, non e ancora stato ultimata.
    Proseguendo Ia visita in direzione del Comune di Sesto S. Giovanni, si e verificata Ia presenza di
    alcuni tralicci dell’alta tensione che dovranno essere rimossi a seguito dell’ultimazione del nuovo
    elettrodotto. Si e poi percorsa Ia nuova via parallela al prolungamento di via Vipiteno, ancora
    sottoquota rispetto alia quota cantiere e si e quindi giunti in procinto del Secondo P.I.I., dove si e
    visitato !’auditorium della R.S.A. in fase di costruzionc.
    Aile ore 16.20 il Presidente Gandolfi dichiara chiusa Ia scduta, ricordando che si organizzcra, nei
    primi mcsi dell’anno nuovo, un nuovo sopralluogo per lo stato dei Javori, soprattutio dcll’ambito
    Cascina San Giuseppe.

    /es
    2 19
    MOZIONE SULLA SCUOLA NEL QUARTIERE ADRIANO
    9/3/09
    161635 2/3/09
    LUCA LEPORE
    AGNELLO, ANDREI, APREA, BASSO, BECCARI, BONORA, CALIGARIS,CALZA V ARA, CAPOTOSTI, DEGRADI, DE ROSSI, FERRARI, FRA TTOLILLO,GANDOLFI, GIOIA, GIOVANELLI, GISMONDI, GUAZZARRI, LA RUSSA, LANZILOTTI,
    LEPORE, MAROTTA, MONTERISI, MURACA, NA VA, PINARD I, PIROV ANO, PIZZI, RE FRASCHINI, ROCCA T AGLIA TA, RUGGERI, SARDELLA, SARDONE, SBLENDIDO,SILVI, TRANQUILLINO, TRENTIN.
    38
    CAMICIOTTI, CANINO, ROMANELLI,
    3
    TIZIANA BOTT ASINI
    IL CONSIGLIO Dl ZONA 2
    Visto l’art. 26 del Regolamento del Decentramento Territoriale; vista Ia sottostesa mozione sulla scuola nel Quartiere Adriano;con votazionc palese il cui esito, verificato dai 3 scrutatori Consiglieri: Calzavara, Trentin, Nava e proclamato dal Presidente, e il seguente:
    – Consiglieri presenti:
    – Consiglieri che hanno dichiarato di astenersi
    ai sensi dell’art. 8.4 del Reg. Dec.:
    – Consiglieri votanti:
    – Voti a favore:
    – V oti contrari:
    n.38
    n. 1 (Pinardi)
    n.37
    n.37
    n —
    DELIBERA
    di approvare Ia sottostesa mozione sulla scuola n<'l Quartiere Adriano.
    MOZIONE
    "II Consiglio di Zona 2 a seguito della seduta della Commissione Scuola e Pmz del 23 febbraio u.s. avente come o.d.g. ''Aggiornamento Scuola Quartiere Adriano", in considerazione del fatto che
    • questa Consiglio if 20/11/2007, riprendendo quanto gia deliberato il 23/1112004, si e espresso all 'unanimita con un ordine del giorno chiedendo Ia realizzazione di una scuola media nel Quartiere Adriano a tutt 'oggi disatteso;
    • esistono molteplici prese di posizione e indirizzi votati all 'unanimita dal Consiglio Comunale in cui si dava mandata all 'Amministrazione Comunale di assumere iniziative volte a risolvere Ia carenza di strutture scolastiche nel Quartiere Adriano ed in particolare di chiedere a Regione Lombardia l 'utilizzo del Centro di Formazione Professionale Achille Grandi;
    • Ia Regione Lombardia tramite l 'Ass. alle Risorse, Finanze e Rapporti Istituzionali, Romano Colozzi, ha dichiarato Ia sua disponibilita (risposta del 27110/2008 alia interrogazione 2337) a soddisfare a bisogni espressi dal Comune, segnalando trattative in corso per if trasferimento diretto dell'edificio sede del CFP Achille Grandi al Comune affinche venga utilizzato come sczwla media;
    • nella seduta della Commissione del 23 febbraio u.s. e stato messo agli atti if documento datato 9 dicembre 2008 della Direzione Centrale Sviluppo del Territorio, avente come oggetto ''individuazione possibili aree per Ia realizzazione della nuova scuola media a servizio del Quartiere Adriano", attualmente allo studio degli Assessori alia Famiglia, Scuola e Politiche Sociali, allo Sviluppo del Territorio e alle Infrastrutture e Lavori Pubblici, sulla cui scelta non abbiamo ancora riscontri, ma nel quale non si contempla I 'ipotesi, anche transitoria, di utilizzo della struttura di via Adriano 60;chiede che if Sindaco e gli Assessori alla partita partecipino ad un Consiglio di Zona straordinario e tematico sulfa scuola media al sevizio del Quartiere Adriano, previsto in data 31 marzo 2009, per trattare i seguenti temi:
    1. Definizione area dove realizzare Ia scuola media, suo dimensionamento , sulla base di documentazione, ipotesi progettuali.
    2. Tempi di realizzazione.
    3. Jpotesi di utilizzo transitorio della stabile di via Adriano 60. " IL SEGRET ARlO
    Tiziana Bottasini IL DIRETT0RE Dl SETTORE ZONA 2
    Renata Boria
    IL PRESIDENTE
    Luca Lepore
    Copia della presente deliberazione viene inviata a:
    .r SIG. SINDACO
    r D.C AREE CITT ADINE E CONSIGLI DI ZONA
    .r D.C. SVILUPPO DEL TERRITORIO
    ? ASSESSOR£ ALLO SVILUPPO DEL TERRITORIO
    ? ASSESSOR£ ALLA F AMIGLIA, SCUOLA E POLITICHE SOCIAL!
    '.r ASSESSORE ALLE fNFRASTRUTTURE E LA VORl PUBBLICI
    REGIONE LOMBARDIA
    Assessore aile Risorse, Finanze e Rapporti Istituzionali
    Romano Colozzi
    Via Fabio Filzi, 22-20124 Milano
    LA PRESENTE DELIBERA VI ENE ESPOST A
    ALL' ALBO ZONALE
    DAL ______ AL
    IL SEGRET ARIO
    /es
    2 95
    MOZIONE SULLE STRUTTURE SCOLASTICHE QlJARTIERE
    ADRIANO.
    22/7/08
    572334 1517/08
    LUCA LEPORE
    AGNELLO, ANDREI, BASSO, BONORA, CALI GARIS, CALZA V ARA, CAPOTOSTI, DE ROSSI, DEGRADI, FRA TTOLILLO, GANDOLFI, GIOVANELLI, GIOIA, GISMONDI,GUAZZARRI, LA RUSSA, LEPORE, MAROTTA, MONTERISI, MURACA, NA VA, PIZZI, RE FRASCHINI, ROMANELLI, RUGGERI, SILVI, TRANQUILLINO, TRENTIN, VILLA, VOLPE.
    30
    APREA, CAMICIOTTI, CANINO, FERRARI, LANZILOTTI, PINARD I, PIROV ANO,ROCCA T AGIAT A, SARDELLA, SARDONE, SBLENDIDO.
    11
    TIZIANA BOTT ASINI
    IL CONSIGLIO Dl ZONA 2
    Visto l'art. 26 del Regolamento del Decentramento Territoriale;
    vista l'allegata mozione suite strutture scolastiche Quartiere Adriano;
    con votazione palese it cui esito, verificato dai 3 scrutatori Consiglieri: Basso, Caligaris, Marotta e proclamato
    dal Presidente, e il seguente:
    – Consiglieri presenti:
    – Consiglieri che hanno dichiarato di astenersi
    ai sensi dell'art. 8.4 del Reg. Dec.:
    – Consiglieri votanti:
    – V oti a favore:
    – V oti contrari:
    n. 30
    n.
    11. 30
    n. 30
    n. ""=
    DELIBERA
    di approvare l'allegata mozione sulle strutture scolastiche Quartiere Adriano.
    IL SEGRET ARlO
    Tiziana Bottasini
    PerIL DIRETTORE or SETTORE ZONA 2
    Renata Boria
    IL DIRETTORE Dl SETTORE ZONA 3
    Salvatore Sirna
    Copia della presente deliberazione viene inviata a:
    'y SIG. SINDACO
    r D.C AREE CITT ADINE E CONSIGLI or ZONA
    r ASSESSORE ALLO SVILUPPO DEL TERRITORIO
    "Y ASSESSOR£ ALLA F AMIGLIA, SCUOLA E POLITICHE SOCIALI
    ,. ASSESSORE ALLE INFRASTRUTURE E LA VORl PUBBLICI
    Si trasmette inoltre a:
    PROVINCIA or MILANO
    Assessore aile Attivita Economiche, Forrnazione Professionale
    Ezio Casati
    V.le Jenner, 24-20159 Milano
    REGIONE LOMBARDIA
    Assessore aile Risorse, Finanze e Rapporti Istituzionali
    Romano Colozzi
    Via Fabio Filzi, 22-20124 Milano
    LA PRESENTE DELIBERA VIENE ESPOST A
    ALL'ALBO ZONALE
    DAL _______ AL —–~
    IL SEGRET ARlO
    IL PRESIDENT£
    Luca Lepore
    '
    MOZIONE
    TENUTO CONTO
    Che ncl Quarticrc Adriano none prcvista l'apcrtura di nuove strutturc sco!astiche, siu medic chc
    elcmcntari, nonostante si prcvcoa l'inscdiamcnto di a1mcno 3000 residcnti, conscgucnte alia attuazionc dci due Piani Intcgrati di lntcrvcnto, "MarcHi I Adriano" c "Adriano/Cascjna San Giuseppe", in fasc di a.vanzata rcali:r..zazionc· Che Ie delibcre dd Consiglio di Zona 2 n. 80 e 81 dcl23/11/2004, con le quali sic espresso parerc ,favorevole ai due PJ.I., cvidcnziavano, come significativa criticiti scolastica, il futto che non si 'tcncsse conto delle csigenze della flitura utcnza, mancando una scuola mediae cssendo 1a clcmentare.di via··san.Mamete g:iit al-limite·dcll'·utilizzo. Si riteneva per1:d.Ilto ·importante '~dcfinire una struttura scolastica po1ivalente c/o comprensiva del ciclo dell' obbligo secondo le attuali e future esigenze della cittadinanza residente"
    Che attualmente il Quartiere e ancora sprovvisto di.scuola media tanto che i genitori sono costretti ad iscrivere i propri figli alle·s(..l!ole medie·Quintino·di Vona o Buzzati, cntrambe lorrtane·dal Quartiere, creando non poche difficolta a1le .stesse strutture ~colastiche che hanno dovuto ]nserire questi nuovi iscritti · • ·
    CONSIDERATO
    L’ Dr-dine del giorno ill quest{) Consigli.o {rif -delibera n.:83 del 20/ll/2007), -che ·Si e espresso
    all ‘unanimiti a favore dell ‘utilizzo de11a scuola Grandi di via Adriano 6Q, disrriessa da11 a Provincia;
    eli questo odg e stata inviata copia al Sindaco, all’ Assessere aile Infrastrutture e Lavori Pubblici
    ( dott Simini), all’ Assessore alia Famigli~ Scuola e ~olitiche Sociali( dott.ssa Moioli). Si invitava la
    Amminislrazione “Comunale a “”‘soTiecitare la Regione Lom:bardia a cedere a:I.·comune di Milano la
    struttura ill via A-driano ·60 ·e ad atiivarsi per tJ:Da mpida pr-esa in -carico -dell’ immobile in questione .per inserirvi la scuola media necessaria a\ Quartiere” \
    CONSIDERATE INOL1RE
    Le molteplici prese di posizione ~d ind:irizzi votati all’unanimita -dal Consiglio Gomtplale, in data
    XJ/3/2DDJ5 { Ordine del Giomo co.llegato -alia .deliber.aSJ.2}; inozio.ne .del3.0/1/.2DD6 ed O.rdine .del
    giomo legato alia Delibera 133 d;el22/04/2008, nei quali doc~enti si dava mandato all’ .Amministrazione Comunale ili assumere iniziative volte a risolvere la carenza di strutture sco1asficne ne1 Quart1ere Ailiianb ea in partico1ar~ ill cbiedere aTia “R.egione “Lombarilla Tutilizzo de1 Centro “di fonnazione professionaie Acbille Grandi
    TENENDO PRESENTE
    L’incontro avvenuto proprio presso il Centro di formazione Achille Grandi :in data 28 maggio 2008,
    alia ptesenza Cii due Assessori, Dott Bhlilo Sin:illri_”(Lavon Pubj)lici) Dottssa Mmoliha Moioli
    -(Eduoazio.ne-e Pvlitic.fie per ia famigliaj, clove i me-lti -cittadin:i ·part·ecipanii hanne sos-tenuto la
    richiesta eli una stnrttu…~ scolasti.ca e l’ipotesi di utiJizzo della struttura del Centro,:’I’, k; l’P!ik :·Jdt!titliiL. Li<fll';i(Lii ;~\ill ;ilLL:;;~ di [!il~l: td [Jii()'L; d:.. i lil;l;V,!, l d(l\1 '..• tdi /.: :;:_.' :.(Jil I lUll li:!il!IO L lL<(I <t p1itlil qtl\..:;Ll ipuk.i 111;t :·.i :;c111u i;'llk~:tl:t1i <t vl~iilic.;u·la con 1a f\c;)onc l,<,li1b;trdia I I, ( 'ONS!CI UO Dl ZON;\ 2 Ctr !l,:Dl~ 1\/\CILONI~ Della posizione assunta dagli Assessori prcscnti alia riunione dcl2g maggi.o, chc non hanno ritcnuto, in quclb occasionc, di dare notizia ai cittadini suHa trattativa in corso tra Comune c Regione (il documento di accornpagnamento del1a delibcra dc11a Giunta Comunale c datato 17 apriJc 2008), nc successivarnentc di informare il Consiglio di Zona 2 c i cittadini su quanto, in data 26 giugno 2008 con documcnto 1609/2008, Ja Giunta Comunale ha dcliberato ossia il "Protocollo,d'intcsa tm il comunc di Milano c Rcgione Lombardia per la va1or1:z.zazionc dd complesso .
    immobiliarc di via Adriano 60"Talc protocollo esclude infatti qualsiasi ipotcsi di utilizzo.dclla struttura del Centro profcssionale Achille Grandi a fini scolastici rna, anzi, ipotizza di modificare lc aree oggetto del provvcdimento:A1';fini della loro valorizzazione economica. P PRESQ 'QUlNDI K1I:O . ~ •' .•
    Della delibera di Giunta Regionale 7530 del 27 g:iugno 2008~ e quel]a di Giunta CoPmlmale 1609/2008 del20/06/2008(di cui sopra), nei quali documenti amministrativi le istituzioni sottoscrivono un protocollo di intesa IL CONSIGLIO DI ZONA2
    /
    Che il Comune <li Milano non ha .aBCOra .adottatB, ne .appmv.ato, il Pian-0 -dei Serv~ strument-o
    indispensabile .per la valu¥one urbanistica del territorio e dei suoi servizi
    CHIEDE AL SINDACO E AGLI ASSESSOR! COMPETENTI
    Che non si proceda alia vuriazione di -destinazDne liTbanistica dell' a:fea prima -che venga definito -e soddisfatto il reale fabbisogno di strutture scolastiche del Quartiere e veni,mo .predisposti i
    l conseguenti provvecfunenti da adottare ~er trovare soluzione alia carenza di scuola media e, in vista
    dei prossimi insediamenti, di scuola elementare 62

    RATIFICA PROPOSTA COMMISSIONE URBANISTICA RELATIVA ALLA COSTITUZIONE DEL TA YOLO D1 LA
    VORO DEI P.I.I. ADRIANO MARELLI E CASCINA S. GIUSEPPE.
    03/06/08
    430767 27/5/08
    SB/es LUCA LEPORE

    ANDREI-APREA-BONORA-CALIGARIS-DE ROSSI-DEGRADI-FERRARI-FRATTOLILLO-GANDOLFI-GIOIA-GISMONDI-GUAZZARI-LEPORE- MAROTTA-MONTERISI-MURACA-NAVA-PINARDI-PIROVANO-PIZZI-RE FRASCHINI-ROCCATAGLIATA-ROMANELLI-RUGGERI-SARDONE – SILVI-TRENTIN-VILLA-VOLPE.
    29
    AGNELLO-BASSO-CALZAVARA-CAMICIOTTI-CANINO-CAPOTOSTI-GIOVANELLI-LANZILOTTI-LARUSSA-SARDELLA-SBLENDIDO- TRANQUILLINO.
    12
    MAURIZIO GIUNTOLI
    II CONSIGLIO DI ZONA
    visto il vigente Regolamento del Decentramento Territoriale, visto l'art. 96 del d.lgs. 267/2000 Testo Unico sull''ordinamento degli enti locali, nonche Ia disposizione della Direzione Centrale Decentramento – Autorizzazioni del 16 giugno 2004, successivamente reiterata nei contenuti dalle deliberazioni annuali di Giunta di ricognizione degli organismi collegiali indispensabili,constatato che l'istituzione del Tavolo di Lavo.o e previsto dalla delibera del Consiglio di Zona 2 n. 80/2004
    avente ad oggetto il Piano Particolareggiato <..i Intervento Adriano- S. Giuseppe e ritenuta quindi necessaria l'istituzione del tavolo, quale adempimento di un impegno assunto del Consiglio medesimo,precisato che comunque, non trattandosi di Commissione, non e prevista l 'erogazione di un gettone di presenza afavore dei componenti.esaminata Ia proposta della Commissione Urbanistica-Edilizia Privata-Demanio e Territorio riunitasi il 30/5/08 ed accogliendone le conclusioni; visto l'allegato parere favorevole in ordine alia regolarita tecnica formulato dal Dirigente Responsabile degli
    Uffici zonali ai sensi dell' art. 9 del Regolamento del Decentramento Territoriale; con votazione palese il cui esito, verificato da tre scrutatori: Ruggeri, Pizzi, Muraca e proclamato dal Presidente,
    e il seguente: – Consiglieri presenti: n. 29
    – Consiglieri che hanno dichiarato di astenersi
    ai sensi dell'art. 8.4 del Reg. sui Decentramento: n
    – Consiglieri votanti: n. 29
    – voti a favore: n. 28
    – voti contrari: n. l
    (Degradi)

    DELIBERA

    di ratificare Ia sottostesa proposta della Commissione Urbanistica-Edilizia Privata-Demanio e Territorio, di istituire quindi il Tavolo di Lavoro dei PII Adriano Marelli- Cascina S. Giuseppe con le prerogative indicate in relazione, e di nominame componenti, secondo la composizione indicata, i Consiglieri Guazzarri, Lanzilotti, Capotosti, Bonora in rappresentanza della maggioranza ed i Consiglieri Villa, Pirovano, Tranquillino, Aprea in rappresentanza dell'opposizione.il Consiglio,
    RELAZIONE
    "si propone di istituire un tavolo di lavoro permanente coordinato dal Consiglio di Zona 2, composto dal Presidente della Commissione Urbanistica, Edilizia Privata, Demanio e Territorio, Cons. Gandolfi (in sua assenza presieduto dal vicepresidente), da quattro consiglieri componenti della maggioranza (Guazzarri, Lanzilotti, Capotosti, Bonora) e da quattro consiglieri dell'opposizione (Villa, Pirovano, Tranquillino, Aprea) con tutti i soggetti interessati alle opere in oggetto (Assessore Urbanistica e Assessore Viabilita del Comune di Milano,Regione, Provincia, ARPA, ASL, Proprieta ed altri attori che verranno convocati di volta in volta), per monitorare Ia cantierizzazione, il rispetto del cronoprogramma dei lavori e analizzare contestualmente le soluzioni urbanistiche nei nodi del PII e le aree limitrofe al fine di affrontare le criticita attuali e future; le riunioni avverranno ogni 45 giomi.Per quanto riguarda la sostituzione dei consiglieri assenti dal tavolo si decide di sostituire
    ogni componente con un membro all'intemo della maggioranza e dell'opposizione, a cura del membro
    effettivo.lnoltre come da delibera n. 80 del23/11/04 si convocheranno all'intemo del tavolo riunioni sulle seguenti tematiche: elettrodotto, viabilita, trasporto pubblico (prolungamento metrotramvia fino a
    Cascina Gobba) edifici pubblici, edilizia scolastica, attivita artigianali, sicurezza, parcheggi,bonifica, edifici privati e verde".

    IL SEGRETARIO Maurizio Giuntoli

    lL PRESIDENT£ Luca Lepore
    IL DIRETTORE DI SETTORE ZONA 2
    Renata Boria
    CJpia della presente deliberazione viene inviata a:
    'r SIG. SINDACO
    'y D.C. AREE CITTADINE E CONSJGLI DI ZONA.
    LA PRESENTE DELIBERA VIENE ESPOSTA ALL'ALBO ZONALE
    DAL – – — AL —- IL SEGRETARlO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...