Integrazione scolastica? Solo a metà.

L’intervento di una mamma in consiglio di zona 2

 

“L’interrogazione presentata in Consiglio di Zona 2, può risultare un documento troppo tecnico ed impersonale. Chiaramente, anche se spero, possa avere una risonanza a più ampio raggio, il mio intervento parte da un presupposto: il rispetto dei diritti di mio figlio, puntualmente violati. Come genitore, ho il dovere di vigilare sull’impiego delle buone prassi.

Credo che per scuotere certe coscienze, sia però necessario, aiutarle a costruire un’ immagine reale, lontana dall’astrazione delle semplici parole: un bambino, che ha un nome, Filippo, e che frequenta la Scuola dell’Infanzia S.Erlembardo.
E’ un bambino come tanti, ma con bisogni e richieste speciali. Non entro in merito delle specifiche esigenze, e non racconto molto di più, perché stufa di fornire in modo strumentale il “caso umano”.
Chiedo per mio figlio tutte quelle opportunità che una società, che si vanta di chiamarsi civile,
deve mettere a sua disposizione, per superare l’handicap…. mio figlio, l’handicap, non l’ha cercato, lo ha incontrato!!!

Fiorella”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...